OnePlus 8, che idea mi sono fatto?

OnePlus8_01.jpeg

Eh sì, la scimmia è a volte più forte della razionalità e ci sono cascato di nuovo!

Ho comprato OnePlus 8, quello normale, quello che non mi ha convinto al primo colpo, ma che aveva grosse aspettative, da parte mia, prima della presentazione! Non sono riuscito a dare subito un giudizio sul nuovo smartphone di casa OnePlus, ho infatti aspettato una settimana prima di parlarne su Talk About Tech.

Ho dovuto e voluto acquistarlo per schiarirmi le idee, fatto ciò ho deciso che lo renderò oppure lo venderò perché 700€ sono tanti, nonostante sia uno dei top di gamma più economici.

Le qualità non mancano soprattutto perché OnePlus non vuole farle mancare, ma ha dovuto fare delle scelte: il Top con il Pro e il “meno” Top con la versione normale.

Design: uno dei pochi ancora belli

OnePlus sfoggia un design simile a quello dello scorso anno proponendo un comparto fotografico a semaforo, ma centrandolo come su OnePlus 7, 7 Pro e 7T Pro e modificando il comparto fotografico anteriore, optando quindi per il foro sul display che personalmente trovo più elegante e carino rispetto alla soluzione pop-up.

L’azienda cinese vuole puntare sulle colorazioni per rendere più interessante lo smartphone: Onyx Black, Glacial Green, Interstellar Glow e Ultramarine Blue. Ottime colorazioni per quanto riguarda i miei gusti, ma se si vogliono quelle più particolari bisogna sborsare più soldi e questa cosa fa storcere un po’ il naso.

Resta l’iconico Slider che consente di fare uno switch tra le modalità Silenzioso, Vibrazione e Suoneria. Nella parte superiore dello smartphone si può notare anche come OnePlus abbia ampliato notevolmente la capsula auricolare, migliorando anche la resa Audio sia in chiamata che durante la riproduzione di contenuti multimediali.

Come si dice, l’occhio vuole la sua parte e se durante l’acquisto siete attenti sotto l’aspetto del design questo OnePlus parte già con una marcia in più.

Display: P4ZZ3SC0!1!, ma…

TipoAMOLED, 16m colori
Dimensione6,55 pollici
Risoluzione1080x2400 - 20:9
AttributiGorilla Glass 5 - HDR10+ - 90Hz refresh rate

L’azienda cinese migliora sempre di più i suoi pannelli e anche quest’anno non è da meno; a detta di alcuni se la gioca con Samsung per quanto riguarda la resa cromatica e la qualità del Display, io non ho nè strumenti per testarlo, nè dispositivi a cui paragonarlo, ma alla vista si nota quanto sia un ottimo schermo.

Qua però casca l’asino, come direbbe Davide Puato di Stockdroid, il display è MARSO! In poche parole presenta una macchia verde notabile ad occhio nudo nelle ore serali all’altezza del sensore di impronte digitali. Se da un lato il display è ottimo, dall’altro ci sono unità come la mia che rivelano questi difetti e il problema non riguarda solo OnePlus 8, ma anche Pixel 4 e diversi altri dispositivi Oled. Sinceramente non so di preciso a cosa sia dovuto questo problema, inizialmente si ipotizzava alla colla utilizzata, ma credo sia diverso.

Molti affermano che lo sblocco tramite l’impronta digitale che viene implementato un OnePlus 8 sia uno dei migliori; si tratta di un sensore sotto il display che sfrutta la luce per riconoscere l’impronta. Io sinceramente non l’ho trovato sempre così prestante, ritrovandomi più volte a dover rimettere il dito in posizione; forse sono solo io che, non essendo abituato, sbaglio la posizione e non credo sia un problema del sensore in sè, nulla che un un aggiornamento non si possa risolvere.

Display a 90Hz e si sente! Nulla in più da aggiungere, non saprei quanto ancora i 120Hz del modello Pro possano dare la spinta, ma mi reputo più che soddisfatto. Lo schermo ha anche i bordi leggermente curvi; non sono d’accordo con chi dice che diano fastidio, io li ho trovati abbastanza comodi soprattutto per un fatto di ergonomia e presa per lo smartphone.

Prestazioni: il burro fatto a smartphone

Non starò qui a dilungarmi troppo sulle prestazioni di OnePlus 8, l’azienda cinese riesce sempre a offrire un connubio perfetto, fluido e senza impuntamenti.

OSAndroid 10 - OxygenOS 10.5.4 (Nel momento ic cui scrivo)
ChipsetQualcomm Snapdragon 865
GPUAdreno 650
RAM8 GB
ROM128 GB - UFS 3.0

Lo SnapDragon 865 è il meglio che si può trovare in questo momento, **8 GB di RAM **sono più che sufficienti, le UFS 3.0 offrono quella chicca in più, i 90Hz rendono tutto più “burroso” e la OxygenOS si fa usare che è una meraviglia.

Una OxygenOS che però non porta cambiamenti significativi, rimane praticamente quella che conosciamo a differenza di qualche piccola impostazione o settaggio. La differenza che si nota a primo impatto è la pagina del Google Feed che sostituisce la precedente OnePlus Shell.

Non sono un gamer incallito su smartphone, se gioco è generalmente con qualche applicazione leggera, ma non ho riscontrato problemi sotto questo aspetto. C’è anche Google Stadia, ma quello lo risevo per un altro discorso in un futuri post.

Batteria 🔋: verso l’infinito e oltre!

Impressionante come OnePlus sia riuscita a migliorare moltissimo in questi anni. Da OnePlus 6 con una autonomia scarsa a OnePlus 8 che con un display a 90 Hz e un’autonomia super ottima, passando da un OnePlus 7 (60 Hz) con un’autonomia ottima!

Dati
Batteria4300 mAh
RicaricaWarp Charge 30 W

Ho effettuato la prima ricarico di OnePlus 8 con la Warp Charge, sfruttando la dotazione presente nella confezione di vendita. Dal 15% al 100% in un’ora è qualcosa di assurdo, le tecnologie delle batterie hanno fatto un salto avanti notevole; tuttavia questa velocità porta però inevitabilmente a scaldare la backcover del telefono. Quando OnePlus 8 viene ricaricato senza la tecnologia proprietaria della casa cinese la ricarica avviene circa in due ore (prova effettuata con caricatore di iPad Pro). Grazie alla funzione di ottimizzazione della ricarica presente su questa OxygenOS 10, lo smartphone sfrutta AI e Machine Learning per rallentare la ricarica in situazione di inutilizzo (es. durante la notte) così da degradare meno la batteria nel tempo.

4300 mAh molto efficienti per il sistema che riescono tranquillamente a coprire la giornata normale di utilizzo, ma non solo le 2 giornate con un utilizzo medio sono praticamente garantite. In questo periodo di quarantena, sotto WiFi le 8 ore di utilizzo sono assicurate!

Dati sicuramente molto rassicuranti, anche in vista di una giornata normalizzata e mista di 4G e WiFi.

Connettività: no problem

Parlando di reti ne approfitto per dire che OnePlus 8 è uno smartphone 5G! Sì è vero, al momento non se ne sente la necessità, ma in ottica futura questo smartphone potrebbe essere stato un bell’investimento (sempre se in Italia si estenderà il 5G nel giro di pochi anni).

Non ho notato nessun problema sotto questo aspetto per il poco che ho provato il 4G e le chiamate, ma sotto WiFi non ho notato nessuna rogna che non mi permettesse di usarlo.

Audio: Bum Bum Cià

Una cosa di cui mi sono impressionato nei primi giorni durante l’ascolto di musica o contenuti multimediali è la qualità audio degli speaker inseriti su OnePlus 8. Si tratta di speaker Stereo molto potenti e dotati di tecnologia Dolby Atmos, questo li rende ottimi appunto per la multimedialità. Devo dire che non ho mai visto un film su questo smartphone perchè preferisco sfruttare dispositivi con schermi più grandi, ma sono un grande fruitore di video e streaming e non ho mai sentito il bisogno di utilizzare cuffie per sentire meglio ciò che veniva riprodotto.

Fotocamera: forse ci siamo

Tasto dolente per l’azienda cinese che, nonostante i miglioramenti software e l’aggiunta di sensori hardware, non è mai riuscita a raggiungere i livelli che colossi come Samsung, Huawei, Google e Apple mantengono da anni. Il lavoro però paga e pian piano ci stiamo avvicinando a quella fascia.

Fotocamera posterioreFotocamera anteriore
Principale48 MP, f/1.816 MP, f/2.0
Grandangolare16 MP, f/2.2
Macro2 MP, f/2.4

Premetto che di fotografia non ne so molto, ma riconosco cosa piace al mio occhio e vi dico che gli scatti sono buoni, soprattutto quando c’è una buona condizione di luminosità. Il punta e scatta è abbastanza buono, ma in alcune condizioni cerca di rendere troppo nitida la foto.

Una grandangolare secondo me molto buona, così come lo zoom 2x che però non ha un sensore dedicato. La fotocamera avanza fino ad un 10x digitale che su questo smartphone non ha senso di esistere, lo scatto sarà privo di qualità e totalmente inutilizzabile.

0.6x 1x 2x 10x

Ho provato anche a confrontare la foto da 12 Mp e la foto da 48 Mp; nonostante lo scatto con più Megapixel dovrebbe fornire una maggiore qualità, il mio occhio dice il contrario, premiando l’equilibrio dello scatto a 12 Mp. Probabilmente la foto con la maggiore risoluzione, ossia fatta con sensore impostato a 48 Mp, è più votata alla post produzione.
[P.s. Per confrontare con l’immagine a 48MP sono costretto a lasciarvi solo questo link, dove potere trovare il file: Immagine 48MP]

La modalità scena notturna si comporta in modo decente, non brucia troppo i colori ma la qualità generale della foto non è delle migliori.

12MP Bokeh

La fotocamera anteriore offre buoni scatti, anche sfocati attraverso la modalità ritratto; ma soprattutto è una delle possibili modalità di sblocco. Questo sensore offre la possibiltà dello sblocco facciale: non offre una sicurezza elevata, ma è di una velocità assurda, tanto che a volte sembra di aver disattivato il blocco.

Ah vero, c’è un sensore macro, la prima parte di questa frase vi fa capire quanto l’ho sfruttato; ho visto che alcuni lo usano parecchio, ma io non sono uno di quelli. La qualità di questi scatti è pessima a causa dei 2 Mp ed è anche per questo che la reputo praticamente inutile, ha più senso sfruttare lo scatto classico da qualche cetimento più distante.

Normale Macro

Buono anche lo sfocato, ma probabilmente c’è ancora qualcosa da sistemare nell’algoritmo che non riesce sempre a distinguere le profondità dell’immagine perfettamente.

Effetto Bokeh Frontale

I video a primo impatto mi sembrano migliorati molto: buona stabilizzazione e la qualità che arriva fino a 4K 60 FPS anche in modalità CINE (riprese in 21:9), ma se il passaggio fra i vari sensori non si può considerare fluido.

Su tutte le altre modalità, Slow- Motion, Time-Lapse ecc.., non ho nulla in particolare da segnalare, tutto nella norma.

Conclusioni

719€ di listino per portarsi a casa questo gioiellino. Anche OnePlus possiamo dire che diventa un investimento, spendere tanto adesso per avere continuità e supporto più a lungo negli anni (almeno 3 anni sono garantiti).
Come ho scritto qua, OnePlus 6 va ancora bene dopo due anni e senza pretendere troppo un altro anno e mezzo se non addirittura due regge ancora. Lo stesso discorso si può tranquillamente fare su questo OnePlus 8, ma in questa situazione tirare fuori 700 euro per uno smartphone non è da tutti.

Vero anche che non possiede due caratteristiche che il fratello Pro ha: certificazione IP68 e Ricarica Wireless. Personalmente non sono due funzioni di cui sento la necessità e di conseguenza non ne sento la mancanza su questo OnePlus 8, ma il discorso ovviamente è diverso per ognuno.

Sicuramente è un buon periodo per acquistare un top di 6 mesi fa che sicuramente si è abbassato di prezzo, come il Pixel 4 su Mobzilla, oppure aspettare qualche giorno e attendere Pixel 4a. Con questa quantità di smartphone di qualità a basso prezzo è difficile prendere ora questo OnePlus 8, ancora più difficile per la versione Pro.

OnePlus 8 offre sicuramente tutto quello che ti puoi aspettare dal brand, e no, non penso più che OnePlus sia uscita dai suoi canoni del Never Settle, ma reputo ancora la strategia di produrre 4 top di gamma l’anno sbagliata e spero che con un ipotetico OnePlus Z tutto ciò possa cambiare in meglio.

Quindi sì, compratelo se volete fare un investimento di 3 / 4 anni e siete sicuri che vi possa piacere; no, non compratelo se avete anche un minimo dubbio.

The LatestT