OnePlus 6 due anni dopo!

OnePlus6_00.jpg

Il 16 maggio 2018 OnePlus ha presentato OnePlus 6 durante una conferenza, se non erro, a Londra. Ho ancora dei ricordi di quel giorno, stavo seguendo la live mentre facevo i compiti di matematica o studiavo qualcosa in vista della Maturità che avrei dovuto sostenere il mese dopo.

Erano passati anche pochi giorni dal mio compleanno, 3 per la precisione, e la tentazione di farmi un “autoregalo” era tanta. Ero già sul sito OnePlus per preordinarlo ma riuscii a fermarmi, c’era quel notch che non mi andava giù, e non va giù tutt’ora, ma ci si fa l’abitudine; volevo però sostituire il mio Samsung Galaxy S6, la scimmia era tanta e nessun altro dispositivo, a mio parere, riusciva ad offrire quel rapporto qualità-prezzo.

Misi tutto in standby…

Maturità fatta, test universitario passato, vacanze trascorse; stava arrivando Settembre e da lì a poco sarei partito per una vacanza di qualche giorno a Copenaghen. La voglia di un nuovo smartphone ovviamente era ancora più forte e allora una mattina decisi di andare sul sito OnePlus, sfruttare il bonus studenti e acquistare il mio primo smartphone della famiglia cinese!

Sì è vero, due o tre mesi dopo sarebbe arrivato OnePlus 6T, ma i leak davano per valido l’aumento di prezzo, hardware uguale e ,francamente, di aspettare non avevo voglia.

Tutto figo, le sensazioni a primo impatto erano pazzesche e la OxygenOS… , mamma mia che software rispetto alla TouchWiz del mio Galaxy S6!


Reparto Fotografico: come è?

Hey, Hey, lo so, il comparto fotografico non è mai stato uno dei migliori, ma aveva fatto un bel salto in avanti e a livello software era stato aggiornato. Non sono uno forte con le foto, ho molto da imparare, ma non è il mio campo di competenza; su Instagram realizzo comunque scatti alla mia vista appaganti. Sponsorizzazioni a me stesso a monte, a Copenaghen sono riuscito a portare a casa foto a mio parere belle e di buona qualità, che, riguardandole ora, riaffiorano ancora i miei ricordi.

Parliamo in modo un po’ più tecnico:

Fotocamera posterioreFotocamera anteriore
Principale16 MP, f/1.716 MP, f/2.0
Zoom20 MP (16 MP effettivi), f/1.7

Sensori normali, 2 anni fa, oggi probabilmente avrebbero messo 10 fotocamere. A parte gli scherzi, non andavano prima a confrontarsi con i top di gamma e di conseguenza neanche adesso, ma sono state aggiornate e lo scatto viene al 95% portato a casa, senza una qualità eccelsa che però si nota solo dopo un zoom sulla foto.

Sento la necessità di un comparto fotografico migliore? Sinceramente no, come accennavo prima non sono un fotografo e di conseguenza mi bastano i sensori di OnePlus 6. Ma come sapere la passione è più forte del bisogno e da qua a poco probabilmente arriverà qualcosa di Top sotto quell’aspetto.


Basta un Hardware Top di due anni fa per soddisfare le necessità di ogni giorno?

Chi dice di no, MENTE! Si perchè non vedo quali task necessitino di hardware sempre più potente. Io gioco raramente sullo smartphone e non mi metto a realizzare dei video; Social, messaggi, chiamate, navigazione Web: nulla che questo OnePlus 6 non possa fare agevolmente. Sì, qualche lag qua e là c’è e non ha un display da 90, o tanto meno 120, Hz, ma la sensazione di fluidità che ancora trasmette è davvero niente male e sappiamo tutti quale è il segreto.

Esatto, la tanto idolatrata OxygenOS, una personalizzazione di Android che per me va di pari passo con la versione Stock che solo i Pixel offrono. Spesso aggiornata, anche lei con qualche bug, ma fa fatica ad invecchiare e il fatto che sia abbastanza snella avvantaggia il processo di ringiovanimento.

Android 10 è arrivato ufficialmente solo qualche mese dopo l’uscita, ma si sa, OnePlus è brava e furba sotto questo aspetto e non si fa scappare di certo i big update. Sono sicuro che arriverà anche Android 11, non velocemente come è stato per il 10, ma le versioni Beta aiuteranno il processo e faranno contenti i possessori di OnePlus 6.

Anche qui vi lascio qualche tecnicismo:

CPUQualcomm Snapdragon 845
RAM6 GB
ROM64 GB, UFS 2.1
DisplayAMOLED, 6.28 pollici, risoluzione 19:9

Al momento dell’acquisto non scelsi la versione più potente (8 / 128) perchè non la ritenevo necessaria. Anche ora 64 GB sono sufficienti per il mio utilizzo e, per quanto riguarda la RAM, non si sente la differenza fra le due configurazioni.

Nota da segnalare: dopo un anno e mezzo di supporto mensile, ora le patch di sicurezza faticano leggermente ad arrivare, ma ogni 2 mesi o 2 mesi e mezzo un aggiornamento viene rilasciato.

Cosa potrebbe portarmi a cambiare OnePlus 6?

Sicuramente la batteria, non sufficiente all’ora, non sufficiente adesso; non fraintendetemi: se non siete utilizzatori impulsivi dello smartphone e riuscire a stare sotto le 3.30 / 4 ore, anche in 4G, allora potreste arrivare anche a sera con qualche goccio di batteria residua, ma accade un po’ difficilmente. Se capita di essere fuori casa tutto il giorno una ricarica verso le 20 è necessaria.

Il migliore acquisto mai fatto?

Probabilmente lo è, quei 500 euro sono stati un buon investimento e sicuramente due anni fa OnePlus 6 lo avrei consigliato a tutti. Ora, anche se saranno aggiornati almeno per un altro anno, sarebbe stupido da parte mia consigliarvi questo smartphone e non è neanche lo scopo di questo post. Volevo raccontarvi della mia esperienza con uno dei brand a cui sono più affezionato e se lo sono è proprio grazie a OnePlus 6.

Spero in futuro di avere la possibilità di utilizzare ancora smartphone OnePlus per molto tempo e poter dedicare un altro post al quel prossimo smartphone. Il prezzo però sarà sicuramente più alto e temo che il rapporto qualità-prezzo potrebbe essere diverso.

Nel frattempo mi godo ancora il mio OnePlus 6 e voi potete dirmi la vostra su Instagram sotto i post che saranno dedicati a lui o nei DM. Vi aspetto! 😉

The LatestT